Video

In questa pagina mostriamo :

video educativi realizzati da studenti delle scuole medie inferiori e superiori (o meglio, il corrispondente portoghese),
► un video sulla formazione per educatori , la prima attività del progetto,
► ed un altro video con interviste ad alcune persone coinvolte a vario titolo nel progetto.

I video educativi sono il nostro obiettivo principale. Aiutaci a costruire un archivio di documentari corti come quelli sulla relatività classica che trovi in questa pagina. Fanne uno e condividilo con noi. Le regole sono poche e flessibili:
⚫ l'argomento è preferibilmente parte del programma scolastico degli alunni coinvolti, ma accettiamo ben volentieri video istruttivi su qualsiasi tema,
⚫ i video devono essere il risultato del lavoro autonomo di un gruppo di almeno 4 studenti delle scuole medie inferiori o superiori. Qualsiasi istruzione diretta al momento di filmare da parte di un professore, di un'altra persona esperta sull'argomento in questione, o di un testo, renderà il lavoro molto meno interessante. Soprattutto considerando il prossimo punto.
⚫ È permesso fare errori. Gli errori sono parte integrante di qualsiasi processo di apprendimento e lo possono addirittura rendere più interessante, a patto che ci sia la disponibilità a correggerli e ad approfondire la conoscenza. Quindi, prossima regola ...
⚫ siate pronti a ricevere critiche costruttive nella sezione commenti del vostro video su youtube.
⚫ Ci piacerebbe avere video con versioni parlate in lingue non dominanti siano esse quelle di una comunità migrante, una lingua regionale, o il romaní.

Il progetto è appena cominciato, in questo momento abbiamo due video sulla relatività classica realizzati da due classi portoghesi. Seguendo la seconda delle regole sopra, gli studenti hanno lavorato autonomamente, senza il nostro intervento. Ci siamo limitati a filmarli. Prima delle riprese, li abbiamo seguiti in alcune sezioni di studio sul tema trattato, che includevano lunghe discussioni.
I video sono in portoghese con i sottotitoli in italiano disponibili. Tutti i giovani partecipanti hanno fatto un ottimo lavoro, ma la perfezione non è di questo mondo. Se identifichi una frase, un'affermazione che bisogna correggere o chiarire meglio, posta il tuo suggerimento nella sezione dei commenti di youtube del video in questione, oppure mandaci un breve video di risposta.

Relatività Galileiana, video 1

Questo video è il risultato di una mattina di lavoro con studenti dell'equivalente portoghese della prima media, della scuola "Colégio Liverpool", Porto, Portogallo. Questi ragazzi ci insegnano il principio di relatività (per essere chiari, si tratta della teoria della relatività formulata da Galileo, non quella di Einstein). Hanno talento da vendere!

Relatività Galileiana, video 2

Secondo video sulla relatività classica. Questa volta i protagonista sono alunni del corrispondente portoghese del secondo e terzo anno delle superiori. La scuola è la Rodrigues de Freitas, Porto, Portogallo. Siamo profondamente grati alla direzione di questa per l'appoggio concessoci.

Queste ragazze e questi ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro, ma,come dicevamo sopra, la perfezione non è di questo mondo, e potresti identificare frasi da correggere o spiegare meglio. Per suggerire modifiche, ti invitiamo a usare la sezione commenti di youtube.

La relatività nella vita quotidiana.

Gli stessi ragazzi che ci hanno spiegato il concetto di relatività nella fisica nel video sopra, adesso rivolgono la loro attenzione al significato di relatività nel linguaggio comune. Come per il video precedente, ti invitiamo a usare la sezione commenti di youtube per mandarci suggerimenti per migliorare il video.

La formazione per professori

Non abbiamo ancora messo i sottotitoli in italiano a questo video. Presto lo faremo. Il tema è la nostra prima attività. Oltre a Jorge Grave e Giancarlo Pace, che potete sentir parlare in altri video, e Miguel Ferreira, che è quasi sempre dietro la video-camera, questo evento è stato reso possibile dall'impressionante lavoro di Susana Constante Pereira della Rede Inducar, dall'appoggio del Centro Incentivar a Partilha, e dall'entusiasta partecipazione delle nostre meravigliose formande e dei nostri meravigliosi formandi.

KEY 1.0 raccontata da chi ci partecipa

Anche per questo video avremo presto i sottotitoli in italiano, ma al momento mancano. Alcuni dei protagonisti, adulti dell'organizzazione, giovani della scuola Rodrigues de Freitas, e il loro coetaneo Maizer, a cui abbiamo chiesto di unirsi al gruppo, parlano del progetto e dicono la loro sull' esperienza.

Scrivici

Grazie, il tuo messaggio ci è arrivato.
Oops! C'è stato un problema al momento dell'invio del tuo messaggio.

Invitiamo alunne e alunni, docenti, studiosi di pedagogia e persone curiose per qualsiasi ragione, a contattarci mandando un email a keysosracismo@gmail.com OPPURE compilando il modulo alla destra. Dubbi, richieste di collaborazioni, critiche costruttive, suggerimenti, commenti ... saranno ben accetti.